Bari - Firmato il “Patto dei Sindaci per il clima e l’energia”

Autore Redazione Canale 7 | Wed, 05 Oct 2022 17:55 | 431 viste | Patto-Dei-Sindaci Città-Metropolitana Bari Attualità

All'incontro hanno partecipato i 41 comuni della città metropolitana di Bari.

Questa mattina a Bari, nell’ambito dell’evento nazionale PAESC: come pianificare, finanziare ed implementare le azioni, organizzato da Segretariato europeo del Patto dei Sindaci, ENEA e Renael, in collaborazione con ISPRA, il sindaco metropolitano, Antonio Decaro, e i 41 Comuni del territorio hanno firmato il Patto dei Sindaci finalizzato ad avviare una politica comune per il contrasto agli effetti dei cambiamenti climatici. 

Alla luce degli ambiziosi traguardi di mitigazione e adattamento ai nuovi parametri fissati per il 2030, l’iniziativa di questa mattina è finalizzata a sensibilizzare Regioni, Province e Città Metropolitane sulle potenzialità del programma previsto dal Patto dei Sindaci. I prossimi passi saranno sviluppare politiche e programmi per la sostenibilità dei territori e offrire una guida ai Comuni nella fase di transizione e nella preparazione dei loro Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC).  

Se siamo qui è perché in questi anni abbiamo capito che l’unico modo per fare le cose bene è farle insieme – ha affermato Decaro-. Siamo davanti ad una nuova sfida, forse molto più grande di noi: quella di arginare e contrastare almeno in parte i disastri ambientali di cui oggi il pianeta tutto sta risentendo. Abbiamo firmato questo patto oggi per mettere nero su bianco la nostra ferma convinzione che l’impegno da prendere è, appunto, oggi.  

Quelle undici persone che hanno perso la vita nelle Marche qualche settimana fa, non meritano soltanto il nostro cordoglio, ma una nostra seria presa di posizione su interventi urgenti che vanno assunti per ridurre l’inquinamento, mettere in sicurezza il territorio e avviare investimenti concreti su politiche alternative per la produzione di energia, per il ciclo della raccolta dei rifiuti, per la mobilità. In questo senso il PNRR ci offre un’occasione, irripetibile, forse mai avuta prima. Abbiamo la possibilità di trasformare le parole in fatti: possiamo acquistare autobus elettrici, efficientare e rendere sostenibili case, scuole, realizzare piste ciclabili e grandi infrastrutture verdi, piantare alberi dove per anni abbiamo costruito strade.  Questo è l’impegno che prendiamo oggi; quello di cogliere tutte le opportunità che avremo e che ci saranno date per piantare un albero, per mettere un panello solare, per convincere qualcuno a lasciare l’auto a casa per spostarsi con un treno o un autobus elettrico. Noi sindaci questo lo sappiamo fare, prendere impegni e rispettarli, lavorando insieme perché abbiamo capito che insieme siamo più forti e purtroppo i tempi che ci attendono necessitano di una squadra coesa che si dà degli obiettivi e li rispetta. Solo così i cittadini comprenderanno l’urgenza e la necessità di attuare tutti dei cambiamenti, nelle scelte comuni e nei comportamenti individuali”. 

Tutti i 41 Comuni dell’area metropolitana di Bari hanno aderito al Patto dei Sindaci con l’obiettivo di redigere un unico documento strategico metropolitano che poi sarà declinato in 41 PAESC comunali.  

COMUNICATO MONOPOLI

Anche il Sindaco di Monopoli, Angelo Annese, ha partecipato mercoledì 5 ottobre 2022, presso la Sala Convegni della Camera di Commercio di Bari, alla firma del Patto dei Sindaci finalizzato ad avviare una politica comune per il contrasto agli effetti dei cambiamenti climatici. La firma è avvenuta a margine dell’evento nazionale “PAESC: come pianificare, finanziare ed implementare le azioni”, organizzato da Segretariato europeo del Patto dei Sindaci, ENEA e Renael, in collaborazione con ISPRA, il sindaco metropolitano, Antonio Decaro, e i 41 Comuni della Città Metropolitana. Era stato il Consiglio Comunale di Monopoli, con Delibera n. 39 del 27 settembre 2022, ad approvare all’unanimità dei presenti la sottoscrizione del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia con lo scopo di coinvolgere la comunità locale ad impegnarsi in iniziative per la riduzione delle emissioni di CO2 di almeno il 55% entro il 2030 e accrescere la propria resilienza, attraverso l’attuazione di un Piano d’Azione che preveda tempi di realizzazione, risorse umane dedicate, monitoraggio e informazione ed educazione. Alla sfida lanciata dalla Commissione Europea hanno già aderito oltre 10 mila città in tutta Europa in oltre 43 nazioni. I prossimi passi saranno sviluppare politiche e programmi per la sostenibilità dei territori e offrire una guida ai Comuni nella fase di transizione e nella preparazione dei loro Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC).Tutti i 41 Comuni dell’area metropolitana di Bari hanno aderito al Patto dei Sindaci con l’obiettivo di redigere un unico documento strategico metropolitano che poi sarà declinato in 41 PAESC comunali.



 

Aggiornamenti e notizie