Fasano - Emergenza Covid-19, divieto di stazionamento in 24 vie e chiusura dei distributori automatici dalle 18 alle 5

Autore Redazione Canale 7 | Wed, 17 Feb 2021 | 622 viste | Fasano Sindaco-Zaccaria Cronaca

Il  sindaco Zaccaria ha emanato due ordinanze che entrano in vigore da oggi mercoledì 17 febbraio 2021.

 

FASANO - Divieto di stazionamento in 24 strade, dalle 18 alle 5, per evitare ogni possibile rischio di assembramento e, nelle stesse ore, chiusura dei distributori automatici di cibo e bevande.  Continua l’azione dell’amministrazione comunale per contenere al massimo la diffusione del Covid-19. Il sindaco Francesco Zaccaria ha firmato oggi due ordinanze con nuove prescrizioni.

La prima prescrive il divieto di stazionamento in alcuni luoghi del territorio. Resta consentito passeggiare e transitare per raggiungere le abitazioni e gli esercizi commerciali legittimamente aperti.

Le strade interessate dal divieto di stazionamento sono quelle già comprese in una precedente ordinanza di uguale entità e precisamente:

Via Francesco Di Bari - Fasano;  Via Giuseppe Carrone (villetta nei pressi della rotatoria di via S. Margherita) – Fasano; Via Donna Maria Chieco Bianchi – Fasano; Prolungamento di Via Cenci– Fasano; Via Madonna della Stella– Fasano;  Via C. Alberto- Fasano; L.go San Giovanni Battista; L.go Seggio; Via Riccardi;  Via Guarini;  Via Madonna delle Grazie - Fasano; Via Guida – Fasano; Via Dragone - Fasano;  Via del forno – Fasano;  Via S. Teresa- Fasano;  Via Parlatorio- Fasano;  Via Monopoli – Fasano;  Prolungamento Via della Vittoria;  Via Collodi;  Via Paisiello;   Portici delle Teresiane– Fasano; Via C. Beccaria – Pezze di Greco;  Area di pertinenza antistante il Monumento ai Caduti ubicato nella zona residenziale di Via Dr. Vittorio Carparelli - Montalbano;  Area pubblica a verde annessa alla zona residenziale di Via Dr. Vittorio Carparelli – Montalbano.

 Chi verrà sorpreso a sostarvi, nel corso di controlli periodici a sorpresa delle Forze dell'ordine, sarà allontanato e multato da 400 a 1000 euro come deciso dal Governo.  «Gli assembramenti continuano a essere il principale veicolo di diffusione del Covid e vanno evitati – dice il sindaco –. Faccio appello ancora una volta, come già detto in questi giorni, al buon senso e alla responsabilità di tutti: gli sforzi e l’impegno di ciascuno di noi sono fondamentali per contenere il virus, non abbassiamo la guardia».

 

La seconda ordinanza riguarda i distributori automatici di alimenti e bevande, i cosiddetti h24. L’apertura degli h24, da oggi, è consentita dalle 5 alle 18. La misura prescrittiva non si riferisce ai distributori h24 di acqua potabile.

 

«Anche questa ordinanza mira ad evitare assembramenti – spiega Zaccaria – dato che gli h24 rappresentano uno dei luoghi in cui questo si verifica soprattutto nella fascia oraria successiva alla chiusura delle attività dei servizi di ristorazione e in ragione della oggettiva impossibilità, per l’assenza del gestore o di personale delegato al controllo, di verificare il rispetto da parte dei fruitori della distanza interpersonale e il corretto uso della mascherina»

 

 

Intanto, da domani e fino al 27 febbraio, entrerà in vigore l’ordinanza di chiusura delle scuole Medie e Superiori, emanata ieri dal primo cittadino, sempre nell’ottica di un innalzamento del livello di precauzione e di attenzione. Resta garantita la didattica a distanza e le lezioni in presenza per Elementari e Infanzia.

Aggiornamenti e notizie