L'oro rubato a San Nicola potrebbe essere stato venduto per mille euro

Autore Redazione Canale 7 | Thu, 24 Mar 2022 18:14 | 283 viste | Bari San-Nicola Furto Indagini Cronaca

Dopo il fermo del 48enne marocchino, presunto autore del furto, non si è ancora riusciti a trovare gli oggetti sacri del patrono di Bari.

BARI - L'oro e gli oggetti sacri rubati a San Nicola potrebbero essere stati rivenduti per poco più di mille euro. Lo riporta l’ANSA. E' quanto ritengono gli inquirenti della Procura di Bari e gli investigatori della Questura che stanno svolgendo le indagini sul furto avvenuto all'alba di martedì nella Basilica nel cuore della città vecchia di Bari. Per il furto con scasso è in carcere da questa notte, in stato di fermo, Farid Hanzouti, 48enne di nazionalità tunisina. L'uomo è stato interrogato per ore ieri pomeriggio dai poliziotti ma non ha voluto fornire indicazioni utili al ritrovamento della refurtiva: oltre agli spiccioli delle offerte, sono stati rubati un anello in oro, l'evangeliario con le tre sfere d'argento e un medaglione contenente una fiala della sacra manna, strappati dalle mani della statua del santo. Alla identificazione del 48enne come autore del furto sacrilego, i poliziotti sono arrivati grazie alle immagini delle telecamere della Basilica che lo hanno immortalato, e alla comparazione con le impronte digitali trovate in chiesa.

Aggiornamenti e notizie