Monopoli - Due vie per Don Tonino Bello e Monsignor Antonio D’Erchia

Autore Redazione Canale 7 | Thu, 17 Mar 2022 18:03 | 305 viste | Monopoli Comune Don-Tonino-Bello Monsignor-Antonio-D'erchia Toponomastica Attualità

Avviato dalla Giunta Comunale l’iter per l’intitolazione delle due nuove strade cittadine.

MONOPOLI - La Giunta Comunale riunitasi giovedì 10 marzo 2022 ha avviato l’iter per l’intitolazione di due nuove vie cittadine. Con Delibera di Giunta n. 44 è stata proposta l’intitolazione a Don Tonino Bello (1935-1993) e Mons. Antonio D’Erchia (1911-1997) della nuova viabilità comunale carrabile prevista da progetto tra Via Nicola Lagravinese e Via Luigi Capitanionell’ambito del Pue A2.

 

L’esecutivo, su proposta del Sindaco Angelo Annese, ha voluto omaggiare due vescovi di Puglia che hanno segnato la storia del novecento nel rispetto dell’art. 9 del Regolamento sulla Toponomastica approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 24 del 17 maggio 2017 secondo il quale “i nuovi nomi da assegnare, nel rispetto della normativa vigente, dovranno essere testimonianza dello sviluppo materiale e civile, legato a fatti, personaggi ed avvenimenti sociali, culturali e politici della storia cittadina, nazionale e internazionale”.

 

 

Mons. Antonio Bello, per tutti “don Tonino” è stato un vescovo dalle scelte forti e coraggiose, sempre dalla parte degli ultimi. Teologo e scrittore, ha ribadito più volte il no alla guerra e alla corsa agli armamenti. Nato ad Alessano, nel Leccese, il 18 marzo 1935, riceve l’ordinazione sacerdotale a 22 anni. Il 10 agosto 1982 viene nominato vescovo di Molfetta, Giovinazzo e Terlizzi e, il 30 settembre dello stesso anno, della diocesi di Ruvo diventando al momento dell’unificazione delle quattro Chiese locali il primo pastore di Molfetta-Giovinazzo-Ruvo-Terlizzi. Tre anni più tardi viene chiamato alla presidenza di Pax Christi.

 

 

Mons. Antonio D’Erchia, nato a Massafra il 18 Maggio del 1911, riceve l’ordinazione sacerdotale a 22 anni. Consacrato vescovo nel 1963, viene eletto Vescovo titolare di Podalia e Prelato Nullius di Altamura e Acquaviva delle Fonti, governo prelatizio che mantenne fino al 1969. Diviene Vescovo di Monopoli (nel 1969) e di Conversano (dal 1970), dapprima unite in persona Episcopi e poi unica diocesi di Conversano – Monopoli (dal 1986) fino al 1987. A richiedere l'intitolazione di una strada era stato, con una nota inviata al Sindaco il 10 febbraio 2022, il Vescovo della Diocesi Conversano-Monopoli Mons. Giuseppe Favale.

 

 

A Mons. Antonio D’Erchia (1911-1997) è stata proposta l’intitolazione della nuova strada di collegamento parallela a via Luigi Capitanio con imbocco da via Santa Margherita nel tratto parallelo a via Nicola Lagravinese. A Don Tonino Bello (1935-1993) è stata proposta l’intitolazione della strada di collegamento parallela a via Nicola Lagravinese con imbocco verso sud da via Luigi Capitanio e con imbocco verso nord dall’istituenda via Mons. Antonio D’Erchia.

Ora tutta la documentazione sarà inviata alla Prefettura di Bari che dovrà dare il via libera definitivo.

 

Aggiornamenti e notizie