Oggi la giornata più calda: Bari da bollino rosso

Autore Redazione Canale 7 | Wed, 29 Jun 2022 11:28 | 213 viste | Meteo Caldo Puglia Coldiretti Attualità

Oggi è allarme caldo in Puglia, dove le temperature possono superare i 40 gradi. La Coldiretti regionale raccomanda cibi semplici e naturali per combattere gli effetti deleteri dell’afa.

E’ stato d’allerta in Puglia oggi mercoledì 29 giugno, giornata più calda dell’estate. L’allerta meteo passa dal livello 2 al livello 3 con l’avanzata dell’anticiclone africano Caronte che porta la colonnina di mercurio oltre i 40 gradi nelle zone interne e a sud della regione, con particolare riguardo alla provincia di Lecce. Anche le temperature nelle ore serali supereranno i 30 gradi. Va anche detto che lo scirocco porterà alla percezione di temperature maggiori e ad un innalzamento del livello di umidità fuori dalle medie stagionali. E’ allarme anche per la siccità e sul fronte incendi. Oggi Bari è tra le città italiane col Bollino Rosso. Le raccomandazioni, specie per le persone fragili, sono le solite: bere molta acqua, non uscire nelle ore più calde e vestirsi con abiti leggeri e con tinte chiare. “ Con le temperature minime che sono risultate superiori a 0,88 gradi rispetto alla media del ventesimo secolo, il gran caldo – dice Coldiretti Puglia - tiene svegli durante la notte circa 800mila pugliesi che soffrono di insonnia per il caldo notturno tropicale, con un aumento dell’uso dei climatizzatori e il balzo delle bollette dell’elettricità. Le condizioni per garantire un buon riposo – sostiene la Coldiretti regionale – dipendono molto dai comportamenti durante il giorno a partire da una alimentazione corretta. Cibi come pane, pasta e riso, ma anche lattuga, radicchio, cipolla, aglio e formaggi freschi, uova bollite, latte fresco o caldo e frutta dolce come pesche e nettarine. Sconsigliati, invece, gli alimenti conditi con molto pepe e sale, ma anche con curry, paprika in abbondanza. Ma anche patatine in sacchetto, salatini, minestre con dado da cucina –L’attenzione all’alimentazione – conclude la Coldiretti regionale – è particolarmente importante nei soggetti a rischio come i bambini ma anche per i 130mila anziani over 80 anni presenti in Pugli.

Aggiornamenti e notizie