Strutture sportive: Massimo Lapertosa spiega le proposte della consulta

Autore Redazione Canale 7 | Tue, 11 May 2021 | 143 viste | Consulta Sport Strutture-Sportive Bandi-Di-Gestione Amministrazione-Comunale

L'intervento via skype durante "Fuori Campo". Si è discusso di tariffe di locazione a prezzi accessibili e indirizzo dei bandi di gestione.

Le strutture sportive di Monopoli e la loro gestione continuano ad essere al centro del dibattito. Lunedì scorso durante “Fuori Campo” è intervenuto Massimo Lapertosa, Presidente dell’Amatori rugby e membro dell’esecutivo della consulta dello sport. Con lui si è discusso dei temi trattati durante l’ultimo incontro con l’Assessore Cristian Iaia: “Come consulta ci avrebbe fatto piacere individuare dei principi utili per la gestione delle strutture sportive, stadio compreso con i dovuti distinguo. Il primo obiettivo è quello di ampliare il bacino d’utenza e quindi permettere di far accedere all’attività sportiva il maggior numero di utenti. Questo è possibile attraverso la giusta manutenzione e funzionalità degli impianti ma non solo. E’ necessario che i costi di accesso siano contenuti. Su quest’ultimo punto ci sono state frizioni con l’amministrazione comunale. Il loro obiettivo principale è di mantenere contenuti i costi di gestione e non di utilizzo. Questo modus operandi rischia di penalizzare noi società sportive. Vi faccio l’esempio del “Centro Carrieri”. Il sintetico prevedeva una tariffa agevolata a 12 euro all’ora. Con la ICOS la sua finalità non è la promozione dell’attività sportiva ma la gestione dei campi e della piscina, per altro condotta in maniera professionale. Ma se i conti non tornano saranno costretti ad alzare le tariffe penalizzando noi società. Ci hanno presentato un primo prospetto dei costi ed abbiamo già palesato difficoltà. Per fortuna sia il sindaco Annese che l’assessore Iaia mi hanno proposto delle soluzioni a riguardo anche se personalmente preferito un intervento più strutturale”. Sulle richieste avanzate dalla consulta in merito ai bandi di gestione delle strutture: “Proponiamo un punteggio più alto a società che facciano prevalente attività giovanile. Il secondo punto è quello di costituire un consorzio di associazioni sportive nell’utilizzo dello stesso impianto per poter ottimizzare al meglio gli orari di allenamento. L’indirizzo di questi bandi purtroppo verte principalmente sulla proposta economica”.

Aggiornamenti e notizie