Obesità, scarlattina e mononucleosi: a Perché ospite il dott. Capaldi

Autore Gianni Catucci | gio, 16 mar 2023 19:26 | 620 viste | Obesità Scarlattina Mononucleosi Bambini Approfondimento Giovanni-Capaldi Salute

Nella puntata un approfondimento sulla salute dei bambini.

Lo specialista ha subito spiegato che l’aumento registrato dei casi di malattie esantematiche e quelle legate a streptococco, non hanno una ratio epidemica. Si tratta di un normale aumento della circolazione dovuta principalmente al fatto che dopo due anni di restrizioni dovute alla pandemia, si è difronte ad un fisiologico moltiplicarsi dei casi in Italia così come nel resto del continente. Il dottor Capaldi ha poi sottolineato il problema dell’ uso improprio del ricorso al tampone e della sempre più crescente resistenza alle terapie antibiotiche. “ Il tampone si fa quando necessario -ha detto Capaldi- e solo su indicazione del pediatra. Il bambino non va isolato e deve dunque continuare la sua vita sociale”. Sul fronte dermatiti, anche qui l’incremento registrato, in gran parte deriva dalla ripresa della circolazione post pandemica, per la maggiore esposizione al sole. Ma c’è poi da prendere in considerazione l’aspetto ereditario. Il 15 marzo è stata la giornata contro l’obesità. E qui siamo difronte ad una vera e propria patologia sociale, che non riguarda solo la fascia pediatrica, ma che in questa affonda i sui nefasti prodromi. In Puglia, dato drammatico, il 50% della popolazione è sovrappeso. Questo, soprattutto in fase giovanile, crea i presupposti per una popolazione che poi nella faseadulta si estrinseca in patologie cardio-vascolari, della respirazione, metaboliche, degenerative e tumorali. Il perché è da ricercarsi in una alimentazione povera di fibre e cattiva scarsa attività fisica. “ Dovremmo essere cultori della dieta mediterranea- ha evidenziato il dottor Capaldi- e invece nelle popolazioni del sud, c’è molta alimentazione sbagliata. Spesso da noi c’è la pessima idea che un bimbo paffuto sia indice di salubrità.Bisogna cambiare gli stili di vita”. Per quanto riguarda le allergie, a parte la questione fortemente determinata dalla genetica e di problemi ambientali, è normale in questa fase d’innesco primaverile un fisiologico aumento dell’incidenza dei casi. Un servizio nel telegiornale.

 

Aggiornamenti e notizie