Cinque arresti nel Barese per furto aggravato in concorso di auto e moto

Autore Redazione Canale 7 | mer, 15 mar 2023 18:14 | 610 viste | Arresti Barese Furti Auto Moto Carabinieri Adelfia Acquaviva Bitritto Casamassima Conversano Monopoli Bari Cronaca

In manette sono finiti un 35enne di Valenzano, un 25enne e un 29enne di Bari, un 42enne e un 34enne di Adelfia.

Cinque persone sono state arrestate dai carabinieri della Compagnia di Gioia del Colle tra Bari e provincia con l'accusa di furto aggravato in concorso di auto e moto. I cinque soggetti colpiti dall'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Bari su richiesta della Procura, sono ritenuti responsabili di una serie di colpi commessi tra Acquaviva delle Fonti, Casamassima, Bitritto, Adelfia, Monopoli e Conversano dal maggio 2020 fino al giugno 2021. In manette sono finiti un 35enne di Valenzano, un 25enne e un 29enne di Bari, un 42enne e un 34enne di Adelfia. Tre sono stati condotti in carcere a Bari, uno si trovava già ristretto presso un carcere di un’altra regione, mentre un quinto soggetto è stato sottoposto agli arresti domiciliari nella sua abitazione. L’attività di indagine, avviata dai carabinieri di Acquaviva delle Fonti e dal Nucleo Operativo e Radiomobile di Gioia del Colle, avrebbe delineato fin da subito - secondo quanto ritengono gli investigatori - la serialità dei furti perpetrati, con particolare riguardo ad alcune tipologie di auto utilitarie. Dei 12 episodi contestati dall’Autorità Giudiziaria, più della metà sono stati perpetrati nel parcheggio del Parco Commerciale di Casamassima mentre i restanti sono stati messi a segno lungo le vie di quei centri abitati. Un importante contributo alle attività di indagine è stato fornito dalla acquisizione delle immagini riprese dagli impianti di videosorveglianza, dall’attività tecnica e dai servizi di osservazione e pedinamento eseguiti dai militari dell’Arma. Con lo stesso provvedimento vengono contestati a 3 dei 5 indagati anche la detenzione illegale di armi clandestine e munizioni e la ricettazione continuata ed aggravata. Gli stessi infatti, nell’agosto del 2020, in un terreno agricolo in Adelfia all’interno di una casa colonica, furono trovati in possesso di un borsone contenente quattro pistole, un revolver ed il relativo munizionamento oltre ad una motocicletta rubata a Bari nel luglio dello stesso anno. Un servizio nel telegiornale.

Aggiornamenti e notizie