Coldiretti Puglia: otto pugliesi su dieci favorevoli a pranzi con avanzi di natale

Autore Redazione Canale 7 | lun, 27 dic 2021 17:20 | 650 viste | Coldiretti Puglia Attualità

E' il boom del fai da te casalingo.

Quasi otto pugliesi su dieci (78%) trovano a tavola gli avanzi di cenoni della vigilia e pranzi di Natale che vengono riutilizzati in cucina con una nuova sensibilità verso la riduzione degli sprechi spinta dalla crisi economica legata alla pandemia. E’ quanto emerge dall’indagine Coldiretti/Ixe’ divulgata dopo Natale dalla quale si evidenzia che c’è un altro 11% che ha messo tutto in freezer per utilizzarlo nelle prossime settimane. Solo nell’8% delle famiglie non avanza niente mentre l’1% dona in beneficenza mentre nessuno dichiara di buttare i resti del pranzo o del cenone nel bidone. Più di 1 consumatore su 2, pari al 54% dei cittadini, ha diminuito o annullato gli sprechi alimentari, con i pugliesi che hanno riscoperto le ricette  - spiega Coldiretti Puglia - con gli avanzi di cucina grazie al boom del ‘fai da te casalingo’ a causa delle limitazioni per la diffusione della nuova variante Omicron del Covid. Il risultato è stato un aumento del 38% della spesa in Puglia per il cibo rispetto allo scorso anno per un valore medio di 130 euro a famiglia – sottolinea Coldiretti Puglia – mentre la preparazione casalinga del pasto principale del Natale - continua la Coldiretti – è salita ad un tempo medio di 2,9 ore.  Un’alternativa molto diffusa alla conservazione in frigo – aggiunge Coldiretti Puglia - è la “trasformazione” degli avanzi in nuovi piatti, con la cosiddetta cucina del giorno dopo. Polpette o polpettoni a base di carne, timballi o di pesce sono ottime soluzioni per recuperare il cibo del giorno prima, ma anche le frittate possono dare – sottolinea la Coldiretti regionale - un gusto nuovo ai piatti di verdura o di pasta.

Aggiornamenti e notizie