Monopoli: il DUP analizzato dalla massima assise cittadina

Autore Gianni Catucci | mar, 20 dic 2022 19:01 | 575 viste | Monopoli Consiglio-Comunale Politica

la tassa di soggiorno è più che raddoppiata rispetto al periodo di istituzione. Si pensa in futuro di utilizzarla per finanziare tutti gli eventi.

Ad inizio di seduta il presidente del consiglio Luigi Colucci ha inteso salutare e ringraziare a nome del sindaco, assessori consiglieri e dei cittadini, l’ispettore superiore della Polizia Locale Michele Lafronza, che a fine anno andrà in quiescenza dopo 42 anni di servizio. Subito dopo ha relazionato la presidente della prima commissione Silvia Contento, che ha illustrato i lavorie l’analisi del DUP. E’ stato il sindaco Angelo Annese nel suo primo intervento a tracciare le linee programmatiche. Dopo aver ringraziato tutti per il lavoro svolto, dirigenti, segretaria generale, assessori, consiglieri di maggioranza e opposizioni, il primo cittadinoè passato all’analisi del documento programmatico. In primis i risultati ottenuti sulla raccolta rifiuti che ha prodotto per esempio la riconquista della Bandiera Blu. Il boom turistico di questi anni, ha detto Annese, oltre ad aver lanciato la città verso traguardi sempre più lusinghieri, deve necessariamente comportare miglioramenti sul piano della mobilità, parcheggi e aree blu, trasporti. Annese ha sottolineato il recupero dell’area ex carburanti e l’ottenimenti di oltre 35 milioni di finanziamenti: tra cui 5 mln per riqualificazione palazzetto di via Procaccia, oltre tre milioni per Porta Vecchia, quindi la sistemazione del canale Pagano e interventi per le scuole. Altro campo di intervento è quello della digitalizzazione e informatizzazione dell’ente per un miglior contatto con i cittadini. Ma grande attenzione, ha tenuto a sottolineare il sindaco Annese, è rivolta alle fasce più deboli, dove la situazione si è ulteriormente aggravata a causa della pandemia. A relazionare sull’aspetto tecnico della manovra è stato l’assessore al Bilancio, Alessandro Napoletano. Egli ha tenuto a rimarcare come sia stato difficoltoso redigere il DUP per i ridotti introiti dallo stato, i minor introiti nelle casse comunali a causa dell’emergenza sanitaria, e il non aver fatto ricorso ad una maggior pressione fiscale, rimasta inalterata. Per l’equità fiscale il lavoro degli uffici tributari è impegnata nel perseguire l’emersione dell’evasione. Notizia focale dell’intervento dell’assessore Napoletano è quella sulla cosiddetta tassa di soggiorno. Si è passati da poco più di 200 mila euro nell’anno dell’insediamento dell’amministrazione Annese, a 700.000 euro per il 2022 e si pensa ad circa 750 mila nel 2023 ( in cinque anni i proventi sono stati piu’ che raddoppiati) . “ In futuro si ipotizza – ha concluso l’assessore Napoletano – di poter finanziare con la tassa di soggiorno interamente il comparto degli eventi culturali”. Un servizio nel telegiornale.        

Aggiornamenti e notizie