Report Ecomafie 2022: Puglia al terzo posto nella classifica nazionale dei reati ambientali

Autore Gianni Catucci | sab, 11 mar 2023 11:20 | 417 viste | Legambiente Rapporto-Ecomafie-2022 Realti Ambiente Attualità

Il dato emerge da 'Ecomafia', l’annuale rapporto di Legambiente.

La Puglia si conferma stabile sul podio nella classifica nazionale dell’illegalità ambientale con Bari, Foggia, Lecce e Taranto tra le 20 province italiane più colpite dai reati. Il dato emerge da 'Ecomafia', l’annuale rapporto di Legambiente, realizzato in collaborazione con le Forze dell’Ordine, che racconta le storie di delinquenza ambientale in Italia. La situazione regionale, raccontata nel report, è stata approfondita durante un incontro, svolto nell'Università degli Studi di Bari, organizzato da Legambiente Puglia, Arpa Puglia, Uniba e Link Bari. Per quanto riguarda la Puglia, il rapporto 2022 dell’illegalità ambientale la colloca tra le prime regioni in termini di reati commessi. Nella classifica dell’illegalità nel ciclo del cemento, la Puglia si conferma al terzo posto con 1.033 reati (il 10,9% sul totale nazionale). Per quanto riguarda il ciclo illegale dei rifiuti la Puglia scende al quarto posto, rispetto al terzo del precedente. Per quanto riguarda, invece, i reati contro la fauna e il racket degli animali, la Puglia si conferma al secondo posto. Un servizio nel telegiornale.

Aggiornamenti e notizie