Monopoli - Mare chiuso, la protesta di Manisporche

Autore Redazione Canale 7 | sab, 12 ago 2023 17:52 | 560 viste | Mare-Chiuso Manisporche Monopoli Attualità

Con questo claim il movimento progressista monopolitano, intende denunciare una serie di errori commessi nel corso di 15 anni ai danni dell'interesse pubblico, favorendo invece i privati.

Mare chiuso: con questo claim il movimento progressista monopolitano Manisporche, intende denunciare una serie di errori commessi nel corso di 15 anni ai danni dell'interesse pubblico, favorendo invece i privati. 8 punti campeggiano sul manifesto evidenziando in maniera nuda e cruda quelli che sono stati, a detta della lista civica, gli sbagli commessi nel recente passato, tanto da essere ribattezzati "otto schiaffi in faccia ai cittadini". Tra questi rientra la mancata approvazione del Piano Comunale delle Coste pronto dal 2008. A essere rimarcato è anche il fatto che il litorale compreso tra la Porta Vecchia e Porto Rosso riceva le acque reflue provenienti dalle strade, oltre al disagio causato dalla mancanza di cartelli utili alla segnalazione della calette libere tra la Perla Nera e Santo Stefano. La lista segnala anche l'assenza di accessi liberi al mare garantiti ogni 150 metri tra Lido Azzurro e l'Archeolido, ma guadagna importante rilievo l'ubicazione di una spiaggia accessibile ai disabili a pochi metri dal depuratore. La mancanza di un piano per adeguare la viabilità alla crescita del turismo e l'assenza di una strada comunale che possa garantire l'accesso alla costa tra Santo Stefano e Cala Verde, sono altri 2 punti cardine del manifesto. In conclusione, la lista lamenta anche i pagamenti relativi a parcheggi, ingressi e servizi. Un servizio nel telegiornale.

 

Aggiornamenti e notizie