Emergenza Covid- Manisporche: necessaria un'informazione formalizzata attraverso tutti gli strumenti disponibili

Autore Redazione Canale 7 | mar, 23 mar 2021 11:28 | 900 viste | Monopoli Manisporche Covid Attualità

Il movimento d'opposizione condivide la preoccupazione dell'amministrazione per la situazione sanitaria in città e per questo fa proposte per rendere  l'informazione in questa delicata materia più puntuale e capillare.   

MONOPOLI - " Condividiamo la preoccupazione emersa in queste ore e la necessità di fare chiarezza sulle ragioni del disallineamento dei dati fra cittadini positivi al Coronavirus segnalati dalla ASL (247) e positivi seguiti dalla Covid-Room di Monopoli (343), così come riportati dal Sindaco Angelo Annese domenica 21 marzo- scrive in un proprio comunicato il movimento Manisporche - Evidenziamo che tale differenza aumenta il dato finale dei positivi di oltre il 30% e richiederebbe un veloce approfondimento per cercare di individuare il più possibile ogni “zona grigia” che aumenta i rischi nella gestione dell’epidemia. A tal fine, chiediamo nuovamente:

1.      l’immediato re-inserimento di una pagina “emergenza coronavirus”, ben visibile in home page, sul sito web del Comune di Monopoli contenente tutte le informazioni necessarie (che per ora non ci sono) e il numero di telefono per contattare la Protezione Civile. Questo numero dovrebbe essere inoltre veicolato immediatamente dai medici di base, assieme alla prime istruzioni di cura, quando vengono avvisati dai loro pazienti della propria positività al virus;

2.      un più efficace utilizzo degli altri strumenti istituzionali a disposizione - fra cui il profilo facebook della Città di Monopoli, l’utilizzo di pubblicità/progresso attraverso l’emittente locale e altre specifiche campagne di comunicazione - per la divulgazione delle informazioni citate e di quelle legate alla campagna di vaccinazione, alle relative prenotazioni e domiciliazioni;

3.      concordare azioni comuni con i medici di base di Monopoli, oltre a quelle già intraprese per la vaccinazione degli ultraottantenni, affinché gli stessi medici trasmettano tempestivamente almeno il numero dei pazienti positivi dei quali sono a conoscenza.

L’informazione capillare è, soprattutto in un momento delicato come questo, un dovere della Pubblica Amministrazione", conclude Manisporche.

 

 

 

Aggiornamenti e notizie