Mola, l'amministrazione comunale emette voucher spendibili nei negozi della città

Autore Redazione Canale 7 | lun, 14 nov 2022 18:30 | 608 viste | Voucher Mola-Di-Bari Sindaco-Colonna Attualità

Il sindaco Colonna: "L'obiettivo è rilanciare l'economia locale e sostenere le famiglie meno abbienti"

Comunicato - Per rilanciare l’economia locale e sostenere le famiglie in questo momento di particolare emergenza economica e sociale, il Comune di Mola attiverà, anche quest’anno, fino al 6 gennaio prossimo, dei buoni spesa del valore di 20 euro ciascuno, spendibili esclusivamente negli esercizi commerciali che aderiranno all’iniziativa attraverso la partecipazione all’avviso pubblicato sul sito istituzionale “Concessione di voucher spendibili esclusivamente nel Comune di Mola di Bari, finalizzati al rilancio dell’economia cittadina”.

L’avviso è online. Possono partecipare al bando i negozi che hanno un codice ateco – esclusi quelli operanti nei centri commerciali e delle associazioni ed Enti senza finalità di lucro - tra quelli (il principale posseduto alla data del 9/3)2020) previsti dall’allegato numero 1 alla delibera di giunta comunale 132 del 28/10/2022. I soggetti interessati devono inviare una istanza, entro e non oltre le ore 24 del giorno 28/11/2022, utilizzando un modulo allegato all’avviso pubblicato sul sito del Comune, alla PEC: .

Gli esercizi commerciali ammessi riceveranno i buoni emessi dal Comune e si impegnano a praticare lo sconto del 10 % al cliente sui prezzi di cartellino esposti al pubblico (ad eccezione dei periodi dei saldi stagionali). Il cliente, a sua volta, potrà ricevere il buono di 20 euro a seguito di un acquisto minimo di 40 euro. Poi, potrà spendere il buono ricevuto, con timbro e firma dell’esercente, da un altro commerciante di Mola aderente all’iniziativa, sempre a fronte di una spesa minima di 40 euro. Il buono può essere utilizzato solo una volta. 

“I voucher spesa o cosiddette monete complementari – spiega il sindaco, Giuseppe Colonna - quale strumento cooperativo della comunità e già sperimentate in altre realtà locali, possono contribuire ad alimentare la ripresa economica. L’idea è quella di uno scambio virtuoso, una sorta di patto tra il Comune, le famiglie dei consumatori e le imprese per trattenere e far circolare la ricchezza nei propri territori, quale atto di solidarietà concreta per ridurre i prezzi senza diminuire i redditi, attraverso un sistema di buoni sconto, che affianca la moneta legale e si esplicita nello sconto che viene fatto su un bene o su un servizio, spendibile solo all’interno del comune di Mola. In un momento di difficoltà come quello attuale – conclude il sindaco – occorre rinsaldare le relazioni economiche e sociali della città”.

L’iniziativa intende essere non solamente di tipo economico, ma anche e soprattutto sociale, relazionale e di condivisione culturale, valorizzando le capacità e i saperi locali e mirando a rafforzare il senso d’identità di comunità.

Aggiornamenti e notizie