Monopoli: Grande partecipazione della Modugno-Galilei al Progetto "Biodiversity meets music"

Autore Redazione Canale 7 | mer, 16 nov 2022 18:36 | 707 viste | Biodiversity-Meets-Music Modugno-Galilei Monopoli Attualità Erasmus-+

Docenti ed alunni provenienti da Germania, Grecia, Lettonia, Norvegia e Spagna hanno trascorso quattro giorni coinvolti in attività collegate alla biodiversità del nostro territorio e alla musica tipica italiana.

Comunicato - Dal 7 al 10 novembre l’IC Modugno-Galilei ha accolto le scuole partners del Progetto Erasmus “Biodiversity meets Music”. Docenti ed alunni provenienti da Germania, Grecia, Lettonia, Norvegia e Spagna hanno trascorso quattro giorni coinvolti in attività collegate alla biodiversità del nostro territorio e alla musica tipica italiana e non solo.

Il giorno lunedì 7 novembre, dopo una breve accoglienza a scuola da parte delle docenti del team Erasmus prof.sse Tournier e Todisco e alcuni ragazzi delle classi terze, tutto il gruppo è stato accolto ufficialmente al Municipio, dove il sindaco Angelo Annese e la Dirigente dell’IC Modugno-Galilei Antonella Demola li hanno ricevuti per un saluto. Subito dopo, docenti e studenti hanno scoperto le bellezze di Monopoli guidati da alcuni alunni delle classi terze che hanno illustrato in inglese i monumenti più importanti.Dal momento culturale si è passati a quello naturalistico con un’attività organizzata dai colleghi del Dipartimento scientifico nella Lama Belvedere. Gli studenti, con una mappa hanno cercato di identificare delle piante tipiche del nostro territorio. Ritornati a scuola il gruppo è stato accolto dalle note musicali della fisarmonica e immersi in un angolino della biodiversità dove si sono scattate foto di rito. A questo è seguito un breve workshop di musica tradizionale di pizzica, durante il quale docenti e studenti si sono cimentati con i passi del ballo creando la situazione ideale per una conoscenza tra i ragazzi.

Il secondo giorno, 8 novembre, si è svolta una lunga camminata lungo la costa monopolitana, più precisamente dalla spiaggia di Santo Stefano fino a Cala Paradiso. Gli studenti seguendo le spiegazioni dei professori di scienze hanno raccolto vari tipi di piante e ammirato le varie calette di sabbia e il paesaggio marino, reso ancora più bello dalla bella giornata. Le stesse piante sono state utilizzate il pomeriggio durante un laboratorio scientifico basato sulla creazione di un erbario. Inoltre gli studenti si sono anche divertiti con giochi interattivi realizzati sui monumenti di Monopoli e alcune curiosità.

Mercoledì 9 i partners hanno potuto visitare Alberobello, paese facente parte del Patrimonio dell’Umanità, luogo che ai loro occhi è sembrato veramente unico e speciale. Dopo una visita guidata per spiegare la storia di Alberobello e alcuni trulli particolari, studenti e docenti hanno passeggiato nella zona collinare Rione Monti, dove ci sono il maggior numero di trulli.

Nel pomeriggio c’è stato l'atteso Concerto Erasmus in Aula Magna che ha avuto come protagonisti gli alunni dei corsi ad indirizzo musicale dell'Istituto e il Coro Erasmus, composto dai rappresentati di tutte le delegazioni europee. Il Concerto preparato dai docenti di musica dell'Istituto monopolitano si è concluso con l'esecuzione di un coro di oltre 60 componenti insieme all'orchestra dell'istituto composta da 50 giovani musicisti. Hanno eseguito un repertorio internazionale che ha visto come primo brano di accoglienza, l'Inno Europeo "Ode to joy" di L.van Beethoven. Di seguito di S. Endrigo: You need a flower (Ci vuole un fiore) per concludere con The sky is always more blue (Il cielo è sempre più blu) di R. Gaetano. Le canzoni italiane a tema, sulla valore dell'ecologia e della biodiversità sono state eseguite in inglese per l’evento ma con grande senso di collaborazione ed intesa trasnazionale. Per concludere la giornata una breve passeggiata per le stradine di Polignano e le sue balconate sul mare anche se col buio erano soltanto illuminate da una luna splendente.

Ultimo giorno ancora all’insegna della biodiversità con l’immersione nel bosco protetto dal Reparto Carabinieri della Masseria Galeone di Martina Franca, di proprietà del Demanio dello Stato. Passeggiata alla scoperta dell’albero del fragno, ma anche dei colori e profumi delle varie piante della macchia mediterranea, accompagnati anche dai suoni di uccelli che volteggiavano nell’aria. Molto interessante anche la visita del museo del cavallo e l’approccio dei ragazzi con i cavalli murgesi, razza protetta e allevata proprio in questa masseria. Non poteva non concludersi la visita sul nostro territorio con una breve visita a Bari. Luogo di incontro tra oriente ed occidente, la visita della Basilica di San Nicola ma anche del Castello Svevo, costruzione che conserva ben 3 strutture di epoche diverse al suo interno e dove si può visitare una interessante mostra archeologica.

Giorni veramente intensi basati sul concetto dell’unione europea e che hanno permesso ai docenti e studenti ospitati di conoscere la nostra biodiversità e cultura pugliese. Emozionante anche la relazione dei ragazzi e docenti italiani con le varie delegazioni che grazie alla lingua inglese hanno potuto creare rapporti di amicizia e condivisione di esperienze che potranno continuare ancora, visto che il progetto prevede ancora due mobilità nel 2023: una in Norvegia e quella conclusiva in Germania, la scuola capofila.

 

Aggiornamenti e notizie