Basket- La Lapietra vince all’ultimo respiro: decide la “mano” di Vanni Laquintana

Autore Redazione Canale 7 | Mon, 07 Mar 2022 10:27 | 395 viste | Monopoli Lapietra Action-Now Serie-B Basket Sport

Una tripla dell’8 monopolitano, autore di 36 punti, regala ai monopolitani il 77-76 finale. Vittoria che consente di agganciare ben tre squadre. 

È destino che le partite tra Monopoli e Pozzuoli debbano essere vietate ai malati di cuore. E quella valida per la 22’ giornata, disputata alla Tensostruttura di via Amleto Pesce, non è stata da meno. Decide una tripla di Vanni Laquintana (autore di una prestazione maiuscola con 36 punti all’attivo) a nove secondi e nove decimi dallo scadere a decidere un match a tre facce. Finisce 77-76. Perchè a tre facce? La prima: Monopoli in controllo nei primi due quarti, con un vantaggio quasi sempre in doppia cifra. La seconda: dopo l’intervallo lungo, Mehmedoviq e Thiam dominatori sotto canestro, e Pozzuoli che rosicchia punti su punti sino al sorpasso nel finale. La terza: ingenuità di Potì che, palla in mano a dodici secondi dal termine, spinge Visentin e regala un possesso decisivo a Monopoli, brava a sfruttare l’omaggio con la finalizzazione di Vanni Laquintana. Ma, al di là di come è arrivata la vittoria, per la formazione di Carolillo si tratta di due punti importantissimi, che consentono l’aggancio a quota 16 a ben tre squadre: la stessa Pozzuoli, con cui c’è lo scontro diretto favorevole, Molfetta e Forìo Basket. La partita. Partono meglio i padroni di casa, che allungano nel primo quarto sino al 16-7 (tripla di Lombardo), ma poi subiscono il ritorno di Pozzuoli che piazza un parziale di 0-8 grazie ad otto punti consecutivi di Caresta. Monopoli allunga di nuovo e chiude il primo quarto sul 23-17. Nel secondo quarto, la compagine di Carolillo allunga sino al +16 grazie a due triple consecutive di capitan Torresi (in doppia cifra con 10 punti). Si va all’intervallo lungo sul 43-30. Dopo la sosta, Pozzuoli entra in campo con un piglio decisamente diverso grazie a Mehmedoviq e Thiam, dominanti sotto canestro. Gli ospiti raggiungono il -6, rintuzzato da un canestro di Vanni Laquintana cadendo all’indietro, poi, sul 54-50, Vanni Laquintana e Torresi riescono a tenere a distanza di discreta sicurezza gli avversari: il terzo quarto si chiude sul 60-53. L’ultimo quarto è una sorta di film giallo. Caresta porta Pozzuoli a -1, poi Thiam fa 2/2 dalla lunetta (antisportivo fischiato ad Annese) ed è 68-68. Due tiri liberi di Vanni Laquintana riportano la Lapietra a +2 e poi Annese, sfruttando un “no look” di Vanni Laquintana fa +4. Partita chiusa? Assolutamente no, perché Pozzuoli piazza uno 0-5 e Potì, con la tripla, firma il sorpasso. Il finale, più che raccontato, va visto. Thiam fa 1\2 dalla lunetta, Monopoli perde palla in attacco ma Potì spinge ingenuamente Visentin; Carolillo chiama due timeout (il secondo senza nemmeno riprendere il gioco quando cambia lo schema a volo resosi conto che la rimessa era dal fondo e non laterale), Sabbatino serve Vanni Laquintana la cui mano glaciale indirizza il pallone nella retina. Mancano, però, ancora nove secondi e nove decimi. Altro timeout: Pozzuoli sbaglia la tripla del sorpasso con Murabito e Monopoli la spunta sotto canestro. Finisce qui tra il tripudio generale. Ora, mentre il campionato si ferma, Monopoli è attesa da due recuperi: mercoledì a Sant’Antimo, sabato a Ragusa.

Le dichiarazioni di Sergio Carolillo:

“Abbiamo fatto e disfatto. Ci siamo complicati la vita dopo l’intervallo lungo non riuscendo a tenere la difesa, soprattutto sui loro lunghi, anche se Thiam e Mehemodoviq, va detto, sono due signori giocatori. Ma dovevamo fare meglio. Era una partita importantissima e la vittoria ci ha consentito di agganciare le altre, che era il nostro obiettivo prima del match. Abbiamo anche lo scontro diretto favorevole con Pozzuoli, ed è una cosa di cui, a questo punto, bisogna tenere conto. Però, ripeto, possiamo e dobbiamo giocare meglio, anche se questa è stata la prima settimana, dopo un mese e mezzo, nella quale ci siamo allenati tutti insieme. Qualcuno sta ancora recuperando, come Jacopo Ragusa che purtroppo ha perso il ritmo-partita e lo sta recuperando progressivamente. Laquintana? Partita straordinaria in attacco ma è stato bravo a “sbattersi” anche in difesa. Meriterebbe un altro premio da qualche azienda sponsor di telefonia… Ora pensiamo subito ai due match ravvicinati: l’obiettivo è vincerne almeno uno per staccare le dirette concorrenti”.

 

Il tabellino

Lapietra Monopoli - Bava Pozzuoli 77-76 (23-17, 20-13, 17-23, 17-23)

Lapietra Monopoli: Giovanni Laquintana 36 (9/18, 3/11), Mauro Torresi lelli 10 (2/3, 2/4), Matteo Annese 8 (1/4, 1/1), Nunzio Sabbatino 6 (3/8, 0/2), Andrea Lombardo 6 (0/1, 2/5), Jacopo Ragusa 5 (1/4, 0/0), Vittorio Visentin 4 (2/2, 0/1), Andrea Albertini 2 (1/2, 0/1), Michelangelo Laquintana 0 (0/3, 0/0), Dario Notarangelo 0 (0/0, 0/0), Gaetano Muolo 0 (0/0, 0/0), Ivan Bellantuono 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 17 - Rimbalzi: 36 12 + 24 (Andrea Lombardo 9) - Assist: 14 (Nunzio Sabbatino 7)

Bava Pozzuoli: Fatih Mehmedoviq 22 (9/10, 0/2), Iba koite Thiam 19 (6/13, 0/0), Alessandro Potì 12 (1/2, 2/4), Mario Caresta 11 (1/1, 3/6), Antonio Gallo 9 (3/6, 1/5), Nicola Longobardi 3 (0/3, 1/3), Sam Gaye serigne 0 (0/2, 0/1), Marco Murabito 0 (0/2, 0/6), Matteo Cagnacci 0 (0/0, 0/0), Pietro Sequani 0 (0/0, 0/0), Francesco Spinelli 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 22 - Rimbalzi: 37 9 + 28 (Iba koite Thiam 11) - Assist: 11 (Alessandro Potì 3)

Aggiornamenti e notizie